PAURE

paura

(immagine presa dal web)

Paure che ci immobilizzano, ci fanno chiudere, ci tengono imprigionati. Quanto è difficile buttarsi spensierati verso nuove conoscenze, nuovi incontri, nuove avventure, nuove persone, nuove storie, nuove relazioni. Perché ci sono sempre loro in agguato, a bloccarci, a farci fare passi indietro, a commettere sempre gli stessi errori, a scappare: le nostre paure. Quanto mi sento prigioniera delle mie paure, quanto riescono a spaventarmi e a farmi chiudere; a farmi entrare in crisi e piangere lacrime amare; a farmi fasciare la testa ancora prima di rompermela. Le paure che immobilizzano davanti all’ignoto e non ci permettono di buttarci perché la rete di sicurezza non ce l’abbiamo. Le stesse paure vissute in modo diverso a seconda dell’età. A vent’anni quasi non le abbiamo, davanti agli ostacoli dopo una caduta rovinosa siamo pronte a rialzarci; a trent’anni dopo una porta chiusaci in faccia abbiamo più paura a riaprirne di nuove; verso i quaranta dovremmo essere abituate a tutte le porte sbattute e sigillate incontrate sul nostro percorso e invece no, la paura a rimetterci in gioco prende il sopravvento su di noi, ci lascia senza respiro e ci rende le gambe molli, rassegnate ormai alla sconfitta; senza darci più la voglia di lottare per qualcosa o qualcuno talmente spaventati da una nuova possibile delusione. Maledette le paure, che bloccano, spaventano e spesso ci lasciano sfuggire persone interessanti e che valga la pena conoscere. Io ci sto dentro con tutte le scarpe, e mi sono rotta abbastanza le palle di essere una fifona del cazzo! Ce la devo fare a ritrovare quel coraggio che so di avere dentro di me, nel profondo del mio cuore…perché anch’io posso essere Braveheart, basta osare e essere consapevole che la mia rete di salvezza anche se non la vedo, c’è, è lì pronta a salvarmi, dovessi cadere per l’ennesima volta!

Luna

Annunci

34 pensieri su “PAURE

  1. Luna, non devi fermarti.. facci piano ma non chiudere porte.. o meglio evita di lasciarle chiuse. Aprile e vedi cosa c’è dentro. Se la stanza è brutta la richiudi e torni indietro altrimenti ci avrai solo guadagnato!
    Ma poi.. che ne vuoi sapere dei 40enni tu che hai meno anni 🙂

    • Ahahahahaha grazie Cix! Sei un tesoro! Ma è difficile aprire porte anche sapendo che dietro la stanza è bella dopo aver preso tante mazzate! Certo però posso dire che dopo un lungo periodo di chiusura finalmente mi sto riaprendo! Ed è bellissimo!(purtroppo ogni tanto ste maledette paure tornano a farsi sentire!) Eh già che ne so io dei 40 anni, io sono giovine!😂😁😀

  2. La paura sembra sempre domabile quando non ti riguarda. E’ facile, dal basso, dire all’incauto tuffatore posto in alto della piattaforma dei 10 metri “dai buttati”. Ma da lassù è tutto maledettamente più difficile, quella piscina così grande sembra una tinozza piccola piccola.
    Però riconoscerla, la paura, è già un primo passo…un altro ancora e vedi che ti butti anche tu.

  3. The Brave, Ribelle!
    Stai regredendo, tutto qui, torni bimba. Solitamente le paure si hanno verso i vent’anni quando mettiamo il becco fuori dal nido, non si conosce bene la società in cui viviamo e siamo abituati a farci guidare dai genitori. Da giovani non c’è solo la spensieratezza ma soprattutto l’incoscienza e non la chiamerei sicurezza, eravamo insicuri ma non ce lo ricordiamo.

    Adesso siamo consapevoli di noi stessi ma abbiamo perso l’incoscienza giovanile allora ci sembra tutto più difficile. Ma ti assicuro che dentro di te sei più forte. Osa ma non troppo, sii una ribelle ponderata.

    • Ci proverò! Farò la piccola e ponderata ribelle! Osero’quel tanto che basta per rischiare un’altra porta in faccia! E magari invece questa porta per una volta si aprirà! Ps. Mi sa che devo vedere questo The Brave, Ribelle!😜

  4. Devi sintonizzarti col cervello maschile ma siamo su lunghezze d’onda diverse……

    Adesso non ti conosco personalmente e non posso darti dei consigli tagliati su di te. Mi viene solo in mente una mia amica che si è sempre lamentata della stessa cosa: carattere esuberante, sempre divertente, molto alla mano e battute e linguaggio molto…..coloriti….”Mai possibile che trovo solo bastardi?”.

    Io ho una moglie molto cordiale, tenera ed estremamente educata. Ma con le persone che vuole bene è sempre chiara e schietta. La sua risposta è stata: “ Se ti presenti agli uomini con le gambe aperte raccatterai solo dei porci!”. Occhio, non è che una donna si presenti letteralmente così, è la percezione dell’uomo che è sbagliata, il nostro cervello traduce così certi segnali. Lei sarà anche un caso a parte ma ti assicuro che ci provano anche i vecchi!

    Dunque, se non riesci a raggiungere quello che vuoi prova a rivedere i tuoi approcci umani, magari c’è qualcosa che non va. Cmq un consiglio: gli uomini amano credere di essere i migliori amanti che voi abbiate conosciuto, col pisello più grosso e al massimo il vostro sesto o settimo partner. Fateglielo credere, siate bugiarde! 🙂

  5. Cippinaaaaaaa … buttati!!!! Che tra un po’ sono 40 davvero e poi avremo tutt’altro genere di paure 😉 Cauta, ma decisa. Vai! Seguo a ruota, anzi, va, precedo! Andiamo?

  6. normale avere paura,certe porte in faccia fanno male davvero e per superarle ci vuole pazienza e volontà.Ma si può fare,si può rinascere e tornare a vivere con la V maiuscola..solo un consiglio:datti con parsimonia,non tutto e subito,se ti senti di dare fallo ma con gradualità senza però rimanere troppo fredda,sulle tue potrebbe ritorcesi contro e questo non è buono.

    • Lo so, devo darmi piano piano senza per questo passare per menefreghista e fredda! Qua sta il difficile! Ma ci proverò e riuscirò perché so che ne vele la pena!😉

  7. Ora dirò qualcosa di serio… non ci crederete, ma so essere anche io seria!
    Fino a un paio di anni fa avevo pochissime paure ed ero moltooo più sicura di me, ora, forse crescendo, ne ho decisamente troppe di paure e non mi riferisco solo a quelle amorose\sentimentali… paura nella vita, nel lavoro, di non trovare qualcuno adatto a me, di non realizzare quello che sogno e via dicendo… e mi sono decisamente bloccata… per non aver paura mi sono fermata e non so proprio come sbloccarmi, ma ci devo riuscire, ci sono sempre riuscita, ma a ‘sto giro la vedo più impegnativa… quindi ti capisco benissimo ma tocca riuscirci in qualche modo…

  8. L’ha ribloggato su Volevolaprinze ha commentato:
    Vero,ci sono paure che bloccano,paure che rendono tutto maledettamente più difficile le cose,spesso dettate da insicurezze o da esperienze passate.Paure di (ri)aprirsi alla vita,paure per come sarà o come non sarà,paure delle responsabilità,paure di non farcela,paure di farcela,paure di crescere,paure di ottenere quello per cui si è perso il sonno da una vita; paure di fare il salto nel vuoto insomma.

    Già l’aver paura è una consapevolezza,e l’aver consapevolezza è già tanta roba, il problema è come affrontarle,un modo dovrà pur esserci..e sono convinto che ci sia. Ognuno di noi ha il suo modo per combatterle,chi si chiude a riccio col mondo e chi le affronta a muso duro..non so’ quale sia il miglior metodo è talmente soggettivo che è impossibile stabilirlo,ma penso che si possano comunque superare.

    Nella mia vita ho avuto delle paure importanti e seppur sono il tipo che le ha sempre affrontate di petto per alcune ho dovuto faticare,prenderne atto e lavorarci molto,alcune paure me le porto ancora dietro..sicuramente le mie insicurezze incidono ancora. Normalmente la pago dopo,al momento sono reattivo al 100% ma dopo ho il calo..il difficile è quando le paure si affrontano con poca positività quando si vede tutto troppo nero e a me è successo,lì è stata dura. In altre occasioni quando il problema non era risolvibile ho dovuto passare oltre.

    Normalmente si cerca (almeno) il conforto delle persone più vicine a noi ma ripeto la cosa è strettamente soggettiva,senza giudizio ma con comprensione,la vita è così e l’incognito fa paura a tutti,nessuno escluso anche l’uomo più forte (apparentemente) al mondo quando è solo un paio di testate al muro le tira,ve lo posso assicurare.

    Quindi quello che posso dire è non arrendiamoci,cerchiamo dentro la forza necessaria per affrontare le paure e i cambiamenti (me lo dico io in prima persona) non abbiate paura della vita,tanto di merda ce ne pioverà sempre addosso,ma almeno usiamo l’ombrello cercando di sporcarci il meno possibile.

    Siamo umani e l’aver paura è normale.

  9. la tua rete sono io!
    e questo post lo condivido in pieno non tanto perchè ho paura…io mi lancio sempre….ma purtroppo perchè la paura la faccio venire.. prorpio perchè io corro, mi butto, e gli altri anzichè prendermi , si scansano…..

  10. Pinza appunto! Se mi interessa galoppo e poi cado dal burrone..io, voi invece o interessati alla patata e vedete solo quella o interessati a tutto e allora, botta di culo.

  11. Le paure e le ferite influiscono sul nostro comportamento, ci inducono a indossare maschere diverse. E’ questa la fregatura. A proposito, Chiedi a Laura di passarti l’articolo che ho scritto per lei e che non si é ancora decisa a pubblicare. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...