DONNE CHE CORRONO DONNE CHE SI FERMANO

bianconiglio

 

(Immagine presa dal web)

Nella mia vita non faccio altro che correre, tranne che in amore. Corro per andare a lavorare, corro per raggiungere l’amica al cinema, corro per prendere l’autobus, corro per andare a scuola da mio nipote, corro di qua e corro di là. Sempre di fretta! Insomma un po’ come il Bianconiglio di Alice nel paese delle meraviglie. Quando però si tratta di amore riesco a rallentare ed andare con calma…troppa calma. Sì, riesco a far passare il tempo paziente, senza troppe pretese. Di conseguenza, mi ritrovo spesso ad assumere il ruolo di Caronte, ossia a traghettare un potenziale partner verso l’amore della sua vita (che ovviamente non sono io). E mi ritrovo ad un passo dai 40 con il maledetto orologio biologico che ha iniziato a fare i capricci. Tic tac, tic tac inesorabile a scandire il tempo. Ma il tempo per cosa?? Per l’amore, quello con la A maiuscola. Ecco allora che ho iniziato a correre anche nelle relazioni. Se c’è qualcuno con il quale penso possa nascere qualcosa che ne valga la pena mi butto a capofitto, senza però la pazienza di un tempo, che me lo avrebbe fatto aspettare. Per esempio, il signor porta chiusa lo avrei potuto aspettare…ma a che pro? Che un domani apra la sua porta??? Ma chi me lo fa fare!! Via liquidato in un nano secondo. Probabilmente non era il mio incastro perfetto (di questo ne parlerò un’altra volta). E via verso qualcun altro.
Dall’altra parte invece, ci sono donne giovani, appena poco più che trentenni, che per raggiungere uno status sociale “accettabile” agli occhi della società che le vuole a questa età già sposate e con almeno due figli, dopo il terzo appuntamento pretendono di essere le donne per la vita. Si precludono così la possibilità di essere quello che vorrebbero essere, ossia il futuro con cui passare il resto della vita. Sì, perché con la loro smania di mettere a segno il punto, diventano delle grandissime spacca minchia, a tal punto che se anche il malcapitato di turno avesse avuto un minimo interesse a proseguire la conoscenza, scapperà a gambe levate il più lontano possibile da loro.
Insomma ci sono donne che corrono troppo in fretta, donne che corrono soltanto, donne che stanno ferme e donne che stanno troppo ferme. Il giusto equilibrio sarebbe essere in grado di fermarsi quando si corre troppo, e correre senza fretta quando si è troppo ferme. Perché alla fine correre stanca, ma restare immobili annoia! 😉

Luna che lo dedica a se stessa e a Lauretta.

Annunci

77 pensieri su “DONNE CHE CORRONO DONNE CHE SI FERMANO

  1. perchè la risposta a tutto questo, dopo una bottiglia di bianco in due…è…. ndo cazzo corriamo?
    non sarebbe meglio passeggiare e godersi il panorama?
    io ci sto provando a rallentare anche se nonostante i miei chili di troppo riesco ad essere una scheggia….almeno a livello cerebrale.
    dovremmo smettere di avere l’affanno come il bianconiglio e cominciare a farci le canne come il brucaliffo.
    pace sorella

  2. Credimi che pure alla mia età tutti mettono l’ansia, dicono di lasciar perdere i signor porta chiusa (e sei giovane e te lo dicono perché sei giovane, sei grande ed è perché sei grande… ) tra poco si sposa un mio cugino 33-enne e tutta la famiglia già mi guarda come a dire, quando ti muovi tu che tocca a te? Aiutoooooo

  3. Insomma ci sono donne che corrono troppo in fretta, donne che corrono soltanto, donne che stanno ferme e donne che stanno troppo ferme.

    E tu quale di queste sei ora? La seconda?

  4. … butto qui una serie di pensieri che si sono affollati leggendoti oggi. E quelle/i che corrono e poi si trovano con un pugno di mosche e in 1-5-10 anni poi si separano? Non sarebbe stato meglio leggersi dentro bene prima? A volte poi ci si prova ma non ci si riesce cmq. E quelli/e che sono così insoddisfatti che si fanno l’amante? O anche più amanti … ma alla facciata ci tengono! Eh, sia mai! No, aspettare non vale la pena, da parte mia credo che sia sbagliato in partenza, perchè se ti devi fermare ad aspettare … non è l’incastro perfetto, ecco. E’ solo come uno di quei pezzi del puzzle, che sembra andar bene, ma ha un differenza millimetrica che non te lo fa incastrare bene, sforza, è buono al 95% insomma …
    Lo capisci quando “non vanno bene”, ma lo sai dentro, lo sai già prima, lo dice la “pancia”, c’è qlcs che stona. Ecco, non è lui, sarà un altro. E allora no, non ci perdere tempo, meglio un buon libro che una serata con uno così … perchè tu non stai cercando uno che ti porti a cena o a letto, ma stai cercando quello della A maiuscola …
    E’ che poi accade ( e accade credimi!) che ti si para davanti qualcuno … che nella sua umana imperfezione … è perfetto! E si incastra e semplicemente “ci si trova” … come dicevo ieri con “lui” e non c’è bisogno di spiegarsi.
    E’ quello della A e la pancia te lo dice subito. Poi … lui, i fatti, le parole … tutto te lo conferma.
    Io non lo spiegare diversamente da così: me lo sono trovato davanti, ci siamo presi per mano e stiamo camminando, avanti … col nostro passo. E non è lento e non è veloce, è il nostro ed è giusto.
    Ti abbraccio e scusa, non ho il dono della sintesi …

  5. Correre fa bene. Non annoia e ci si tiene in forma. Nell’amore? Non esiste il passo buono ma la persona che serve. Chi ha fretto o mette fretta alla fine si trova in situazioni poco gradevoli. Quarant’anni? Sei ancora una bambina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...