ATTENZIONI

image

(Foto dal web)

A scuola, professori:” Elena ha dei genitori molto attenti”
“Luisa viene molto seguita a casa”
“Samuel riceve molte attenzioni dai genitori.”
“Giorgio ha una famiglia alle spalle che lo segue moltissimo”.

Elena quando sta in classe è sempre girata di spalle rispetto al professore e quando viene ripresa alza le spalle, ride e se ne frega. Dopo due minuti sta facendo di nuovo la cosa per cui era stata rimproverata.
Luisa disturba continuamente in classe, spesso viene buttata fuori, ma continua a ridere dei professori e non gli importa nulla dei loro rimproveri.
Samuel prende in giro il compagno “speciale”, getta il sasso e nasconde la mano, provoca e se l’altro reagisce corre a piangere da mamma che arriva di corsa a scuola in difesa del figlio…paladina della giustizia inizia a minacciare chiunque vantandosi di avere tra i parenti dei Casamonica.
Giorgio fa riprese di nascosto ai professori con il proprio cellulare, se ne vanta e qualche volta qualcuno è finito su YouTube.

Tutti questi ragazzini (età 11 anni) hanno una famiglia alle spalle che li segue è ci tiene molto. Da qua la domanda sorge spontanea: ma come mai tutte queste attenzioni fanno uscire dei figli teste di cazzo?????

Morale: attenzioni dei genitori=figli teste di cazzo!

La Mina.

Annunci

LE ELEZIONI FANNO MIRACOLI

20160315_115412.jpg

(Immagine personale)

La scuola cade a pezzi: aule piene di scritte indecenti e volgari sulle pareti, fili della corrente scoperti, prese elettriche che non funzionano, tapparelle delle aule che non si alzano (nell’aula matematica esiste solo la luce artificiale; in aula arte ne funzionano solo 2  su 5!), aule inagibili, bagno docenti  guasto da novembre che per andare a far pipì bisogna scendere al piano terra e attraversare tutta la scuola per trovare poi un bagno come lo potete vedere in fotografia e con lo scarico semi-rotto tanto che per scaricare devi riempire il secchio d’acqua e la  palestra in cui piove dentro. Ma essendo scuola sede di seggio elettorale, da lunedì miracolosamente la scuola pullulava di operai al lavoro. Le tapparelle delle aule sono state riparate e gli alunni finalmente possono vedere la luce del sole. Sono stati ri-aperti dei bagni che erano chiusi da 3 anni e da che i docenti non avevano il bagno adesso ne hanno addirittura TRE! Ma si sa le elezioni fanno miracoli! Gli operai da oggi non ci sono più, peccato! Perché l’aula matematica e l’aula arte sono rimaste come sono da settembre a questa parte: buie e con le tapparelle rotte. In palestra continuerà a piovere, nelle aule sono rimaste le pareti scritte, le prese continueranno a non funzionare ed fili elettrici sono ancora scoperti.

Tuttavia confidiamo nelle prossime elezioni, che per fortuna saranno tra poco più di un mese! Chissà che non ci restituiscano una scuola nuova! AHahahahaahahahah

La mina vagante (Cippy)

SEX DE NO ALTRI SI VESTE DI NUOVO E VI SALUTA

2014-12-06 14.16.52.png

(Foto personale)

Qualcuno di voi lo avrà forse notato, ma già da po’ ho cambiato aspetto, nome e motto al blog. Avevo pensato di chiudere definitivamente sex de no altri, sono stata indecisa fino a due minuti fa. Di aprire un nuovo, nuovissimo blog. Poi ho deciso: cambio nome, aspetto motto, argomenti, ma senza cancellare il blog. Ho lasciato solo alcuni dei vecchi, vecchissimi post. Da oggi non esisterà più isex de no altri, il blog che due anni fa aprii insieme ad una mia carissima amica che poi nel percorso mi ha lasciata sola, facendo brevi apparizioni di tanto in tanto; da oggi sarò solo la mina vagante. Perchè questo nome? Perchè vago con la mente,vago con i pensieri, vago con la fantasia,vago da una città ad un’altra, sono vaga, faccio la vaga e mi piace vagare da un argomento ad un altro.

Sex de no altri mi ha portato tanta fortuna in amore, ma è stato anche la mia croce; rappresenta il mio passato ormai.

La mina vagante è il mio presente. Ricomincio da qua. Mi sento come un arcobaleno dopo la tempesta.

Buona lettura a tutti.

MANICHINI

image

 

(Foto personale)
Passeggiando per Roma trovi proprio di tutto! All’inizio ho pensato ad un cadavere fatto a pezzettini, poi ho capito che erano solo manichini.  Sono rimasta incantata ed ho scattato questa fotografia! C’è chi l’ha definita bellissima e macabra, awesome and creepy: forse è vero di primo impatto può sembrare macabra, ma poi la sua bellezza mi ha stregata!
Certo che a Roma non ci si annoia mai, e puoi fotografare di tutto, non solo i monumenti! 🙂

Cippy.
La foto è stata già pubblicata sul mio altro blog “gliocchidif” ma volevo condividerla anche qua!