IN GIRO PER IL QUARTIERE

(Foto personale)

Nel mio quartiere ho il bar di fiducia dove il barista già sa quello che prendo.

Nel mio quartiere ho il forno di fiducia, dove scambiare piccole chiacchiere col proprietario mentre aspetti la pizza calda.

Nel mio  quartiere ho il fruttivendolo di fiducia: quattro “ragazzotti”egiziani sconclusionati che ti rendono la giornata più leggera facendoti fare quattro risate.

Nel mio quartiere ho il negozio di animali di fiducia, che ogni volta che esco con Orazio è tappa fissa per rimediare qualcosa da mangiare.

Il mio  quartiere è multietnico, se hai dimenticato di comprare qualcosa puoi contare sul bangladino sotto casa. (O in alternativa sul supermercato aperto h24).

Il mio quartiere è pieno di localini per l’aperitivo o ristorantini economici dove abbuffarsi di cibi sfiziosi.

Perché a Roma si vive il quartiere, perché a Roma il quartiere è come se fosse un piccolo paese.

La Mina

Annunci

16 pensieri su “IN GIRO PER IL QUARTIERE

  1. Nel mio quartiere se qualcuno scorreggia lo sanno nell’arco di 3 km.

    Nel mio quartiere non c’è niente, ma è un niente portato con disinvoltura.

    Nel mio quartiere ci crescono le erbacce nei marciapiedi perché abbiamo un animo verde.

    Il mio quartiere è pieno di gente che non si fa mai gli affari suoi e per questo non c’è bisogno di radio e tv.

    Il mio quartiere non si vive: gli si da fuoco. Lo si sopporta mandandosi a quel paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...