DILUVIO UNIVERSALE

keep-calm-and-diluvio-universale

(Immagine presa dal web)

 

Mini racconto cinico non adatto ai deboli di cuore.

Seduto Beato sul suo trono fatto di soffici nuvole, dall’alto del suo Paradiso, il Signore scrutava con interesse ed attenzione la lontana Terra. Ad un tratto fu attirato da un’animato dibattito che andava svolgendosi in una classe di prima media, tra gli alunni ed il loro professore. Tutto era scaturito da una domanda di quest’ultimo: “Chi non viene a teatro il 14 dicembre?” E più della metà dei presenti alzò l’anno!

  • Abbiamo paura, e se poi ci fanno l’attentato?-

-Ahò io gli autobus non li prendo, so pieni di immigrati. E quelli so tutti terroristi.-

-E poi ce so i zingari che rubbano.-

-Sì e i zingari so tutti rumeni.-

-A professò questi vengono al paese nostro a rubbà, a ammazzà a facce l’attentati e a me mica me sta bene!-

-Ma non potevamo prendere l’autobus privato come facevamo alle elementari? Perché dobbiamo prendere quelli pubblici che sono pieni di immigrati , anzi ci stanno solo loro e poi si fanno esplodere? –

E mentre il professore cercava di spiegare loro che non tutti gli immigrati sono assassini, terroristi, ladri o kamikaze, Dio da Lassù rimase sconvolto dall’ udir tali parole pronunciate da poco più che bambini, quei bambini in cui lui aveva riposto tutta la sua fiducia per un mondo migliore. “E queste dovrebbero essere le nuove generazioni? Piuttosto mando subito un secondo diluvio universale!” Tuonò il Divino in un impeto di rabbia. Convocò immediatamente un consiglio straordinario con Pietro e Noè spiegando loro la situazione.  Ascoltate le parole del Signore , Noè fece un’osservazione. ” Dio è vero che queste nuove generazioni fanno paura, ma perché un diluvio per loro, quando la colpa è delle vecchie generazioni? Sono i loro genitori a mettergli in testa queste stronzate. E quei giornalisti poi, non fanno altro che adottare la strategia del terrore, bombardando la Terra solo con notizie false, quelle che fanno comodo a loro! Quindi Divino, proporrei di affogare loro piuttosto! ” ” Noè lo sai che non hai tutti i torti?” Intervenne Pietro.” Mi sembra un’ottima idea, Signore. ” Non posso fare mica una selezione: questo sì, questo no” li interruppe l’Altissimo. “E poi quest’anno c’è pure il Giubileo!” Continuarono a discutere senza apparentemente trovare una soluzione. All’improvviso, colpiti da un’illuminazione, dopo ore di camera di Consiglio, i tre raggiunsero un’accordo: in fin dei conti perché prendersela con della povera gente terrorizzata quando avevano fatto sopportare all’umanità disgrazie ancor più grandi come la D’Urso, Salvini e Gigi D’Alessio??? Decisero serenamente di lasciare le cose così brindando alla soluzione trovata e tornando ognuno ai suoi compiti.
In fin dei conti c’erano sempre Allah, Buddha, Geova, Shiva, Visnù e compagnia bella. Che ci pensassero loro!

Luna

HO BISOGNO….

Ho bisogno della tua forza;

ho bisogno di sentirti la mia roccia;

ho bisogno di appoggiarmi a te;

ho bisogno di essere sorretta da te;

ho bisogno di essere stretta dalle tue braccia;

ho bisogno di accoccolarmi sul tuo petto;

ho bisogno di sentire i nostri respiri rompere il silenzio;

ho bisogno del tuo sorriso;

ho bisogno del tuo sguardo innamorato ;

ho bisogno di sentirti addosso a me;

ho bisogno di sentire il tuo amore;

ho bisogno dei tuoi baci;

ho bisogno dei tuoi abbracci;

ho bisogno delle tue carezze;

ho bisogno della tua calma;

ho bisogno di te: ieri, oggi, domani;

ho bisogno di te nella vicinanza;

ho bisogno di te nella distanza.

HO BISOGNO DI TE!

Luna

IL MONDO ALLA ROVESCIA

image

(Immagine presa dal web)

Sulla mia strada incontro sempre più spesso psicologi, counselor e affini tutori della salute che sono più freddi dell’ iceberg che affondò il Titanic; meno empatici del culo di un babbuino; più narcisisti dello stesso Narciso; accoglienti come un pezzo di marmo; competenti come un’idraulico che vuole fare un impianto elettrico. Maestre che chiamano i bambini “deficiente, cretino, ebete ed imbecille “; che li strattonano e gli urlano contro; professori per i quali è più importante un open day che l’integrazione dei bambini diversamente abili.
Eh già il mondo va proprio alla rovescia! Ma almeno aumentano la mia autostima: se questa gente è arrivata a fare questi lavori, potrò aspirare sicuramente a diventare astrofisica nucleare! Ps. Anche solo astrofisica mi andrebbe bene! 🙂
Cippy